Qualche numero sulle nostre attività

proposte di legge presentate
Like su facebook
Firme raccolte

Il nostro consigliere regionale Gianni Pastorino ha

presentato il 18% del totale degli atti del consiglio

il 100% delle presenze in consiglio regionale

 Il reddito minimo è uno strumento universale di welfare  
 per consentire alle persone di vivere una vita autonoma e dignitosa.   È un mezzo per lottare contro la povertà e favorire lo sviluppo della Liguria. 

 Può garantire fino a 800 € al mese e servizi adeguati di collocamento,  
 formazione e assistenza a ogni persona adulta in difficoltà, finché non sia in grado  
  di vivere libera da ricatti e soprusi. 

 Possiamo realizzarlo spendendo meglio 
  140 milioni del nostro bilancio. 

 Abbiamo proposto di tagliare i costi della politica  
 per dare i libri di scuola gratis agli studenti liguri.  
 Potevamo risparmiare subito 3 milioni di euro all'anno da investire per i libri. 

 La destra di Toti ha impedito, con un cavillo, di votare la nostra legge.  
 Noi però non ci fermiamo e abbiamo trovato altri quattro modi  
 per finanziare i libri gratis per gli studenti. 

 La nostra proposta garantirà i libri a 25700 studenti nel 2016 
  che diventeranno 51400, cioè 1 su 2, nel 2018 grazie al meccanismo virtuoso che si creerà. 

 Vogliamo investire 650 milioni di fondi europei per dare lavoro,  
 curare il territorio, tutelare il paesaggio. L'economia verde in Liguria può 
  creare almeno 30 mila nuovi posti di lavoro.

 Ci opponiamo al piano casa di Toti, una politica scellerata, vecchia e inutile. 
  Continuare ad aumentare il cemento, facendo costruire anche dentro i parchi naturali 
 distruggerà il paesaggio senza dare nemmeno dei vantaggi economici.

 Abbiamo presentato due proposte di legge per fermare il cemento, riqualificare l'esistente 
  e sviluppare la partecipazione dei cittadini alle scelte.