RETE A SINISTRA 

 Siamo un laboratorio politico, uno spazio di sperimentazione  
  di nuove pratiche politiche e organizzative
che riunisce 
  soggetti collettivi e singoli, partiti e associazioni.  
 La nostra esperienza anticipa un percorso nazionale 
  di riunificazione della sinistra che procede ancora troppo lentamente. 

 Abbiamo avviato un percorso per costituirci come associazione 
 e proseguire meglio il cammino iniziato ormai 1 anno fa. 

 Alle elezioni regionali abbiamo ottenuto il 10% 
 e abbiamo eletto un consigliere regionale, Gianni Pastorino. 

 Siamo rappresentati in parlamento  
  da Luca Pastorino e da Stefano Quaranta. 

Sei con noi? Dillo ai tuoi amici, condividi!

LE NOSTRE PROPOSTE

Le nostre idee, i nostri impegni e cosa abbiamo fatto finora.

 CAMBIAMO LA LIGURIA 
 passa all'azione!  

 Lavoriamo per campagne, una proposta alla volta. 
 Scorri nel sito e scopri su cosa ci stiamo attivando al momento.  

 Ecco alcuni numeri sulle nostre ultime attività 

proposte di legge presentate
Like su facebook
persone raggiunte alla settimana
Firme raccolte

 #dallapartedeiparchi 

 Vogliamo investire 650 milioni di fondi europei per dare lavoro,  
 curare il territorio, tutelare il paesaggio. L'economia verde in Liguria può 
  creare almeno 30 mila nuovi posti di lavoro.

 Ci opponiamo al piano casa di Toti, una politica scellerata, vecchia e inutile. 
  Continuare ad aumentare il cemento, facendo costruire anche dentro i parchi naturali 
 distruggerà il paesaggio senza dare nemmeno dei vantaggi economici.

 Abbiamo presentato due proposte di legge per fermare il cemento, riqualificare l'esistente 
  e sviluppare la partecipazione dei cittadini alle scelte. 

 #opportunitàscuola 

 Abbiamo proposto di tagliare i costi della politica  
 per dare i libri di scuola gratis agli studenti liguri.  
 Potevamo risparmiare subito 3 milioni di euro all'anno da investire per i libri. 

 La destra di Toti ha impedito, con un cavillo, di votare la nostra legge.  
 Noi però non ci fermiamo e abbiamo trovato altri quattro modi  
 per finanziare i libri gratis per gli studenti. 

 La nostra proposta garantirà i libri a 25700 studenti nel 2016 
  che diventeranno 51400, cioè 1 su 2, nel 2018 grazie al meccanismo virtuoso che si creerà. 

 Reddito minimo 

 Il reddito minimo è uno strumento universale di welfare  
 per consentire alle persone di vivere una vita autonoma e dignitosa.   È un mezzo per lottare contro la povertà e favorire lo sviluppo della Liguria. 

 Può garantire fino a 800 € al mese e servizi adeguati di collocamento,  
 formazione e assistenza a ogni persona adulta in difficoltà, finché non sia in grado  
  di vivere libera da ricatti e soprusi. 

 Possiamo realizzarlo spendendo meglio 
  140 milioni del nostro bilancio. 

 BLOG 

mappa-sito-6
Lug 0
Lug 0

Prossima Genova / Il reddito

Complessivamente, 9.949,5 milioni sono stati dichiarati da 420.718 contribuenti, pari al 69,3% della popolazione totale e all’80,5% dei maggiorenni. Il reddito imponibile medio è distribuito in modo ineguale. Anche qui si evidenzia il divario tra costa est (più Pegli) e resto della città, ma pure nelle zone benestanti esiste un’ampia forbice. Lido raggiunge il valore […]

Leggi tutto
mappa-sito-5
Lug 0
Lug 0

Prossima Genova / Degrado Edilizio

È il rapporto percentuale tra la somma del numero degli edifici a uso residenziale con stato di conservazione mediocre e di quelli con stato di conservazione pessimo e il numero complessivo degli edifici a uso residenziale. Il valore genovese è 15,7. L’indice non segue la divisione tra quartieri benestanti e quartieri non benestanti, anche se […]

Leggi tutto
mappa-sito-4
Lug 0
Lug 0

Prossima Genova / Scolarizzazione

È la somma tra istruzione terziaria e superiore. Segue uno schema che individua la demarcazione dei quartieri più benestanti, lungo la stessa linea di distribuzione del reddito e del tasso di disoccupazione. Il tasso nel quartiere più istruito (Puggia) è più di due volte e mezzo il tasso del quartiere meno istruito (Ca’ Nuova). Oltre […]

Leggi tutto
mappa-sito-3
Lug 0
Lug 0

Prossima Genova / Popolazione attiva

È uguale alla somma dell’indice di dipendenza giovanile e dell’indice di dipendenza senile; detto altrimenti, è il rapporto percentuale tra il numero dei giovani fino ai 14 anni e degli anziani dai 65 anni in su, da un lato, e il numero degli adulti dai 15 ai 64 anni, dall’altro. Rappresenta il carico sociale ed […]

Leggi tutto