RETE A SINISTRA 

 Siamo un laboratorio politico, uno spazio di sperimentazione  
  di nuove pratiche politiche e organizzative
che riunisce 
  soggetti collettivi e singoli, partiti e associazioni.  
 La nostra esperienza anticipa un percorso nazionale 
  di riunificazione della sinistra che procede ancora troppo lentamente. 

 Abbiamo avviato un percorso per costituirci come associazione 
 e proseguire meglio il cammino iniziato ormai 1 anno fa. 

 Alle elezioni regionali abbiamo ottenuto il 10% 
 e abbiamo eletto un consigliere regionale, Gianni Pastorino. 

 Siamo rappresentati in parlamento  
  da Luca Pastorino e da Stefano Quaranta. 

Sei con noi? Dillo ai tuoi amici, condividi!

LE NOSTRE PROPOSTE

Le nostre idee, i nostri impegni e cosa abbiamo fatto finora.

 CAMBIAMO LA LIGURIA 
 passa all'azione!  

 Lavoriamo per campagne, una proposta alla volta. 
 Scorri nel sito e scopri su cosa ci stiamo attivando al momento.  

 Ecco alcuni numeri sulle nostre ultime attività 

proposte di legge presentate
Like su facebook
persone raggiunte alla settimana
Firme raccolte

 #dallapartedeiparchi 

 Vogliamo investire 650 milioni di fondi europei per dare lavoro,  
 curare il territorio, tutelare il paesaggio. L'economia verde in Liguria può 
  creare almeno 30 mila nuovi posti di lavoro.

 Ci opponiamo al piano casa di Toti, una politica scellerata, vecchia e inutile. 
  Continuare ad aumentare il cemento, facendo costruire anche dentro i parchi naturali 
 distruggerà il paesaggio senza dare nemmeno dei vantaggi economici.

 Abbiamo presentato due proposte di legge per fermare il cemento, riqualificare l'esistente 
  e sviluppare la partecipazione dei cittadini alle scelte. 

 #opportunitàscuola 

 Abbiamo proposto di tagliare i costi della politica  
 per dare i libri di scuola gratis agli studenti liguri.  
 Potevamo risparmiare subito 3 milioni di euro all'anno da investire per i libri. 

 La destra di Toti ha impedito, con un cavillo, di votare la nostra legge.  
 Noi però non ci fermiamo e abbiamo trovato altri quattro modi  
 per finanziare i libri gratis per gli studenti. 

 La nostra proposta garantirà i libri a 25700 studenti nel 2016 
  che diventeranno 51400, cioè 1 su 2, nel 2018 grazie al meccanismo virtuoso che si creerà. 

 Reddito minimo 

 Il reddito minimo è uno strumento universale di welfare  
 per consentire alle persone di vivere una vita autonoma e dignitosa.   È un mezzo per lottare contro la povertà e favorire lo sviluppo della Liguria. 

 Può garantire fino a 800 € al mese e servizi adeguati di collocamento,  
 formazione e assistenza a ogni persona adulta in difficoltà, finché non sia in grado  
  di vivere libera da ricatti e soprusi. 

 Possiamo realizzarlo spendendo meglio 
  140 milioni del nostro bilancio. 

 BLOG 

reteasinistra sito 13
Mag 0
Mag 0

Il programma per Savona

Il programma elettorale per Savona, con Marco Ravera sindaco.

Leggi tutto
reteasinistra prossimagenova sito
Mag 0
Mag 0

Tutti i numeri di Genova da Albaro a Voltri

Quanto invecchiano i quartieri, quanto guadagnano i genovesi. Ma soprattutto, dove si collocano nel panorama politico. Sono alcuni dei dati che abbiamo provato a raccogliere nella nostra indagine sulla situazione sociale, economica e demografica dei quartieri di Genova. *Le cartine pubblicate sono tutte interattive, cliccando sui quartieri si visualizzano i dati nel dettaglio.     […]

Leggi tutto
reteasinistra per cogoleto sito
Mag 1
Mag 1

Insieme a Anna Parodi per Cogoleto

C’è bisogno di rinnovamento, diamo spazio a nuove generazioni ed energie, libere da interessi, condizionamenti e vecchie abitudini. Abbiamo studiato nuove soluzioni per fare in modo che Cogoleto torni ad essere un luogo dove vivere, lavorare e progettare un futuro.     1. Il programma in sintesi   ZERO CEMENTO Basta consumo di territorio. Punteremo […]

Leggi tutto
no triv fondo
Apr 0
Apr 0

Esiti referendum NoTriv, “la battaglia sulle scelte energetiche del Paese andrà avanti”

«Come consigliere delegato al Coordinamento nazionale Notriv, sono assolutamente contento di aver condotto questa battaglia. È stato un confronto difficilissimo, condizionato dal silenzio dei media, dall’arrogante manipolazione dei fatti ad opera del Governo, dalle oggettive difficoltà giuridiche di un referendum che per la prima volta nella storia repubblicana è nato per scelta di 9 Regioni […]

Leggi tutto